DA PROBLEMA A OPPORTUNITÀ

ADATTAMENTO AL CORONAVIRUS

E’ ARRIVATO IL MOMENTO DI INNOVARE

Durante l’emergenza Coronavirus (Fase 1) le aziende e gli studi professionali hanno già dovuto “adattarsi” per continuare a lavorare anche se a ritmi ridotti. Di fatto c’è già stato un cambiamento nelle abitudini e procedure di ciascuna realtà. Questi cambiamenti sono stati adottati prevalentemente di fretta poiché dettati da esigenze emergenziali. Il dato positivo è che si è compreso che “è possibile cambiare” e spesso migliorare.

Fino ad ora era raro fermare o rallentare la propria attività per riflettere sulla propria organizzazione e valutare come migliorarla e renderla più efficiente e sostenibile nel medio e lungo periodo. L’emergenza ha obbligato molti a farlo e obbliga quasi tutti a farlo ora per poter continuare ad operare anche in futuro.

Ci si è resi conto di come alcuni schemi e modelli (spesso abitudini) organizzativi delle imprese e degli studi professionali siano ormai superati.

La frase: “Facciamo così perché abbiamo sempre fatto così” difficilmente potrà ancora essere pronunciata.

Per questo motivo è suggeribile (anzi necessario) fare un Audit della propria realtà. Spesso si pensa che questa attività sia un’esclusiva delle grandi aziende, ma il concetto e i vantaggi di questo servizio sono per tutte le aziende e gli studi professionali. Noi ci dedichiamo agli Studi di amministrazioni immobiliari.

L’Audit è una “fotografia” dello stato dell’arte della propria realtà nelle principali aree che la costituiscono e la fanno funzionare.

Al termine dell’analisi sarà possibile, in sintonia con il budget individuato, operare quelle scelte e quelle innovazioni (tecnologiche e di processo) che consentano di proseguire con maggiore efficienza e in maniera compatibile con le nuove esigenze la propria attività.

I risultati saranno numerosi: maggiore efficienza, capacità operativa anche in fase emergenziale e post-emergenziale, innovazione e, non meno importante, concreti risparmi economici strutturali.

I 5 PASSI DA FARE INSIEME

U

1. ANALISI DELLO STATUS QUO

2. INDIVIDUAZIONE DELLE ESIGENZE

f

3. DISEGNO DEL NUOVO MODELLO

I

4. APPLICAZIONE DEL NUOVO MODELLO

Z

5. MONITORAGGIO DEL NUOVO ASSETTO

APPROFONDISCI CON UN NOSTRO CONSULENTE